Un genio ossessionato da Spezia

edison-e-fonografo

Thomas Alva Edison e il suo fonografo

Thomas Alva Edison. Chi era costui? Semplice: era un genio. Un genio americano che – ecco la curiosa sorpresa per gli spezzini – per un certo periodo fu ossessionato da una parola, anzi da un nome, che gli impediva di portare a realizzazione una delle sue più grandi invenzioni: Spezia!

Per me, e credo non solo per me, questa, è una novità assoluta. L’ho scoperto grazie a un personaggio inglese piuttosto particolare, un pastore anglicano descritto come scrittore, occultista, astrologo ed esoterista nato a Forest Hill nel 1876 e morto a Nizza nel 1960. Questi, che si chiamava Francis William Wheeler, sul finire dell’800 emigrò negli Stati Uniti sistemandosi a Chicago dove fece il giornalista e dove nel 1903 ottenne la cittadinanza americana. Trascorso qualche tempo in Canada, dove collaborò con diverse testate, tornato a Chicago cambiò il suo nome in Francis Rolt-Wheeler e iniziò a studiare teologia ottenendo infine il dottorato. Ordinato pastore della Chiesa anglicana, per vent’anni esercitò l’ufficio di cappellano in un ospedale di New York. Continua a leggere

Annunci