Mettiamo il caso…

Mettiamo il caso che io domani porti a casa mia un poveraccio che, mezzo morto di fame, seduto su uno scalino del Comune chiedeva ai passanti un pezzo di pane. Io lo porto in casa, lo salvo dandogli a mangiare, poi però non lo faccio più uscire. Lo trattengo, minacciando di tenerlo lì fino a quando – ecco la motivazione politica del mio gesto – lo Stato non ridurrà le tasse che ogni mese sono costretto a pagare.
E poiché gli stessi governanti sostengono che il carico fiscale che grava sui cittadini è iniquo, mi ritengo in diritto di pensare che la mia decisione di non lasciare uscire il mendicante da me salvato dall’inedia, essendo appunto un atto politico, sia condivisa dal governo nella sua collegialità.
Pertanto, se in questo Paese ha ancora valore la Costituzione repubblicana secondo la quale la legge è uguale per tutti, nessuno potrà trascinarmi in giudizio, anche se non coperto dalla tanto vituperata dai grillini immunità parlamentare: uno vale sempre uno, o no? E tutti siamo uguali di fronte alla legge, o no?
Ma se qualche giudice ci provasse ugualmente a chiamarmi in giudizio, cosa farebbero i Fivestars? Concederebbero l’autorizzazione o no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...