Cari genitori, vi scrivo

emigra

Sappiamo tutti bene qual è, giacché purtroppo così va da decenni, il triste destino di tantissimi giovani spezzini costretti a lasciare la loro città, i loro affetti, i loro amici, emigrando, in molti casi anche all’estero, per poter lavorare e guadagnarsi da vivere.

Se la cosa può consolare, accadeva pure tanti, ma tanti anni fa. Guardate cosa scriveva un giovane emigrante da Lione il 26 ottobre 1856. Continua a leggere