E nel golfo spuntò l’Aurora

auroraLeggo sulla stampa di stamani: “Il leggendario incrociatore Aurora è tornato a ormeggiarsi a San Pietroburgo. Dopo due anni di riparazioni e restauri costati circa 12 milioni di euro, la nave ha lasciato ieri sera i cantieri navali di Kronshtadt e, trainata da quattro rimorchiatori, ha solcato le acque del fiume Neva completamente illuminata, mentre migliaia di persone si accalcavano sulle banchine e ben tre ponti si sollevavano al suo passaggio”.

Vabbé, direte, ma che c’azzecca il vecchio incrociatore russo con Spezia? C’entra, come leggerete, se ne avrete voglia, nell’articolo seguente che parecchi anni or sono – non ricordo manco quando – scrissi sulla Nazione.

Continua a leggere

Annunci

Chi ha paura del terremoto?

terremoto

Due scossette (la prima in realtà non fu proprio una “scossetta”) in quindici giorni, l’una il 27 giugno e l’altra ieri alle 12,26, magnitudo 2,7 con epicentro la provincia della Spezia, verosimilmente Santo Stefano Magra, come il sisma precedente, hanno riportato un po’ di inquietudine fra gli spezzini, non certo abituati ai sobbalzi del suolo. È così tornata di attualità nei preoccupati conversari della gente l’immancabile domanda: ma Spezia, è zona sismica o no? Continua a leggere

Peggio di Sòdoma

Migranti 1

“Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e dite: «Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio è vicino». Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno duramente di quella città”.
(Vangelo di Luca)