C’eravamo tanto illusi!

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Una parte del muro di Berlino lasciato in piedi a ricordo della barbarie

La mattina del 31 agosto 1997 mi sono alzato di buon’ora e ho acceso la Tv. C’era un’edizione straordinaria: raccontavano della morte di Lady Diana Spencer e di Dodi al-Fayed avvenuta nella notte a Parigi, nel tunnel del ponte de l’Alma. Poche ore dopo, attorno alle 12, io e mia moglie prendevamo il treno per Milano – luogo di raduno di una comitiva partecipante a un viaggio organizzato – da dove in serata saremmo partiti, sempre in treno, alla volta di Parigi, destinazione proprio Londra, una Londra listata a lutto. Perché in treno e non in aereo? Perché in un volo precedente mia moglie aveva sofferto e non voleva ripetere la spiacevole esperienza. Perciò, dopo avere viaggiato tutta la notte dormendo abbastanza bene nelle nostre cuccette, al mattino abbiamo posato il piede sul suolo parigino, Gare de Lyon.  Lì ad attenderci c’era un pullman riservato che ci ha portati alla Gare du Nord per salire sul treno che, viaggiando sotto la Manica, ci avrebbe condotti a Londra. Continua a leggere