Re, papaveri, papere e operai

Durante una delle mie solite Ritratto_di_Umberto_Iscorribande nel web mi sono imbattuto in un episodio avvenuto a Spezia 127 anni fa. Leggendo queste poche righe, mi sono venute alla mente le immagini dei nostri papaveri e delle nostre papere che si muovono in una bolla d’aria protetta da un impressionante numero di body guard pagati dal contribuente italiano. Insomma, una lettura istruttiva, anche tenuto conto delle diversità dei tempi.

Ecco la piccola storia.

Umberto unitamente al Principe di Napoli ed al Principe Tommaso, Suo Augusto Cognato, portavasi alla Spezia (14 Agosto 1889). Colà visitava l’Arsenale, passava in rassegna le Corazzate, Goito, Etna e Lepanto; assisteva ad una grandiosa fazione navale, e dopo avere espressa la sua soddisfazione Continua a leggere