Velella, 51 morti per nulla

Velella

Era di casa alla Spezia, in arsenale. E poi è finito in fondo al mare trascinandosi dietro cinquantuno giovani vite. È il Velella, uno dei cento sommergibili che non sono tornati. Ma questo si porta dietro una storia particolare, una storia che più crudele forse non poteva essere per i ragazzi con il solino blu che vi erano imbarcati: morirono neppure ventiquattrore prima dell’annuncio dell’armistizio, armistizio firmato già da cinque giorni ma del quale la Marina era stata lasciata all’oscuro, per cui possiamo dire che furono mandati a morire per affrontare un nemico che nemico più non era. Morirono per niente. Continua a leggere

Annunci