La leggenda del piccolo borgo

Quando si parla della Spezia pre-arsenalizia di solito si dice che si trattava di un piccolo borgo, un paesone o poco più. Ebbene, sarebbe il caso di cambiare registro, perché le cose non stavano così. Sicuramente non era una grande cPalazzata Sant'Agostinoittà, non si poteva certo paragonarla a centri come Milano, Genova o Torino, tuttavia non era neanche un paesetto come molti vorrebbero far credere.Nel 1851 il comune aveva infatti diecimila abitanti, il che nel 1854 gli era valsa la promozione a città di prima classe; un interessante incremento demografico si era registrò pure nel decennio seguente sicché nel censimento del ’61 si potevano registrare 11.556 abitanti.

A prima vista potrebbe sembrare un numero in fondo modesto, ma il raffronto con altre città “pari peso”, diciamo così, consiglia di cambiare opinione.

Ecco cosa ho messo insieme quando ero alla ricerca di materiale per scrivereOttocento: nel 1861 Pescara aveva tremila abitanti (oggi ne ha 122.000), Brindisi meno di diecimila (oggi 90.000), Grosseto quattromila (oggi 82.000), Massa (oggi 69.000), Carrara (oggi 64.000), Varese (oggi 81.000), Vigevano (oggi 63.000), Pistoia (90.000) e Sanremo (oggi 55.000) erano attorno agli undicimila, Terni (oggi 112.000) e Ascoli (oggi 50.000) ne avevano solo qualcuno di più (13,000), Biella 8.677 (oggi 45.000), Aosta 7.126 (oggi 35.000), Ivrea 8.477 (oggi 24.000), Voghera 10.706 (oggi 40.000), Tortona 10.821 (26.000), Acqui 6.352 (oggi 20.000).

Insomma, mi pare che il vecchio discorso del “piccolo borgo” non stia in piedi.

Se non siete ancora convinti, leggetevi il mio “Ottocento” che potete trovare anche nelle biblioteche: universitaria di Genova, Soprintendenza beni architettonici di Genova, Manara di Borgo Val di Taro, e Andrea Doria di Lerici; e alla Spezia nelle biblioteche Mazzini, Beghi, Accademia di scienze G.Capellini e Archivi multimediali Sergio Fregoso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...