Destino già scritto da decenni

http://www.quifinanza.it/6646/editoriali/londra-shock-fra-10-anni-italia-non-restera-nulla.html?refresh_ce

Ma bisognava tenere occhi e orecchie chiuse per non capirlo. E’ tutto così chiaro da almeno quarant’anni! Due eventi hanno minato nelle fondamenta il Paese: il ’69, che ha distrutto la logica delle gerarchie sociali create dal merito che in tutto il mondo governano le comunità organizzate; e Mani pulite, che invece di punire solo gli individui colpevoli di malefatte, ha annientato quasi l’intero sistema politico (ha salvato, chissà perché, un solo partito) costringendolo alla resa nelle mani dei poteri forti.
In economia c’è una legge ferrea secondo la quale la moneta falsa scaccia quella buona. Lo stesso avviene in politica dove, proprio in conseguenza del ’69 e di mani pulite, le persone disposte a lavorare per la collettività si sono tirate fuori lasciando campo libero a chi all’interesse generale anteponeva quello personale. Pensate forse che sia un caso che i burocrati di Palazzo Chigi guadagnino più del consiglere personale di Obama?
E siccome a cambiare questo stato di cose doveva e dovrebbero essere proprio coloro che dal funzionamento di questa oliatissima  macchina infernale, da essi creata, traggono il maggiore profitto, ecco che il destino è segnato.
Non sarà fra dieci anni, forse ce ne vorranno venti, ma l’Italia in quanto Stato unitario è finita. Ci saranno spinte centrifughe per cui certe regioni forti si chiuderanno in forme di autarchia economica e sociale per cercare di sopravvivere; si accentuerà il fenomeno dell’emigrazione interna alla penisola, dal sud verso il nord; si svenderanno le residue attività produttive alla finanza straniera con il massacro dell’occupazione; chi potrà scapperà – come già si sta facendo – verso Paesi più ospitali; si allargherà il novero delle regioni in mano alla corruzione e alla criminalità organizzata; si invocherà la legge del taglione ben sapendo che solo una società fortemente islamizzata potrà e vorrà applicarla. A quel punto l’Italia nella quale siamo nati e cresciuti non esisterà più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...